Crysis 2 - Anteprima

Martedì, 29 Marzo 2011 18:46
  

Gli alieni si sa, preferiscono la Terra.

 

Ormai è risaputo: quando una razza aliena poco cordiale ha urgente bisogno di un pianeta su cui ricostruire la propria civiltà, di nutrirsi o più semplicemente di sfogare i propri istinti omicidi, la Terra è la prima scelta assoluta. Ci abbiamo fatto l’abitudine anche nel nostro amato mondo videoludico, e il tanto atteso Crysis 2 ne è l’esempio lampante.
Sequel del pluripremiato sparatutto in prima persona sviluppato dal talentuoso team tedesco Crytek su pc, Crysis 2 arriverà sui nostri scaffali il 25 Marzo e per la prima volta sarà disponibile anche per Xbox 360 e PS3. Una straordinaria notizia per tutti i possessori di una console di nuova generazione, che finalmente potranno godersi le meraviglie tecniche della saga, tanto decantate con l’uscita del primo capitolo. L’ardua prova da superare per i ragazzi della Crytek non sarà però stupire il giocatore medio con pirotecniche esplosioni o ambientazioni mozzafiato; certo, anche le esplosioni hanno il loro fascino, ma sono comuni in quasi tutti i giochi disponibili attualmente. No, il vero successo si ha con l’innovazione. E in un mercato dove i First Person Shooter sono diffusissimi, è estremamente difficile riuscire a elevarsi sopra la media. Call Of Duty c’è riuscito grazie ad una formula multiplayer tanto semplice quanto vincente. Killzone 2 ha saputo sbalordire con la sua incredibile veste grafica, attirando schiere e schiere di videogiocatori Sony. Halo ha fatto dell’epica trama un karma che ormai ha fedeli seguaci in tutto il mondo. Crysis 2 dovrà quindi scendere in campo ben attrezzato.

crysis-2-3

La prima sostanziale differenza con il primo capitolo è che Crysis 2 sarà interamente ambientato a New York. Più precisamente in una Grande Mela completamente devastata dai continui attacchi alieni ai danni del genere umano. S’intuisce quindi una prima volontà dei programmatori di “sensibilizzare” il giocatore, facendolo combattere per qualcosa di reale, di riscontrabile anche nel nostro mondo. Invece che chilometri e chilometri di giungla (come nel primo episodio), questa volta saremo nella metropoli più famosa degli Stati Uniti, pronti a debellare una volta e per tutte la più grande minaccia che l’umanità abbia mai affrontato. Artisticamente il lavoro svolto è stupefacente; gli scorci di una città come New York, ormai ridotta a poco più che un cumulo di macerie, sono così credibili e realistici che quasi sembra di trovarsi lì. E non faranno da semplice cornice all’avventura, ma il protagonista potrà muoversi liberamente cercando il percorso che più si adatta al suo personale stile di gioco: avrà i mezzi per arrampicarsi su di un palazzo semi-distrutto per passare oltre le guardie, o metterle definitivamente a nanna facendo crollare con un colpo ben assestato le suddette macerie sopra le loro testoline aliene. Tutto questo è solo un piccolo preludio a ciò che Crysis 2 offrirà durante la campagna single-player, lungi dall’essere un semplice “allenamento” in funzione del multiplayer online.

lrflq_jpg_0x0_watermark-big_q85

Ma parliamo dell’incredibile e strafiga tuta che indossa il protagonista. Oltre a ingrandire smodatamente il pacco, la Nanosuite 2.0 ci regalerà immense soddisfazioni grazie alle particolarità che nasconde. Essa potenzia in modo smisurato le doti (non QUELLE doti) di chi la indossa, permettendo una resistenza innaturale agli sforzi e una possibilità di mimetizzarsi quasi perfettamente con l’ambiente circostante. Sarà quindi possibile utilizzare tutta una serie di tattiche differenti di approccio al combattimento, o di evitarlo completamente. Utilizzando il super-salto o la mimetizzazione, l’energia della Nanosuite 2.0 si abbasserà gradualmente. Dovremo quindi dosare in maniera saggia la nostra energia per non ritrovarci scoperti nelle situazioni più pericolose. Ci saranno a disposizione due rami di miglioramento, Stealth e Armor, che ci permetteranno nel corso del gioco di migliorare la tuta e scegliere i potenziamenti più adatti al nostro stile. Questo garantisce un minimo di rigiocabilità in singolo, permettendo al giocatore di iniziare di nuovo l’avventura scegliendo potenziamenti parametralmente opposti ai precedenti. Anche l’interfaccia è stata semplificata rispetto al primo capitolo per facilitare i possessori di console. E sono proprio questi ultimi a cui la Crytek è stata più attenta. Essendo il primo Crysis sviluppato esclusivamente per il mercato PC, la valenza grafica e tecnica del titolo era senza limiti. Adesso invece, bisogna tener conto che le varie PS3 e Xbox 360 che ci sono in giro si portano dentro una tecnologia vecchia ormai di cinque anni, che non sono proprio pochi. Tuttavia Chevat Yerli, CEO di Crytek, assicura che le versioni console saranno praticamente uguali a quella pc. Parole confortanti certo, ma la differenza, seppur minima, è presente. Ciò nonostante, le versioni console si difendono egregiamente e mostrano un comparto tecnico nettamente superiore alla media e promosso sotto tutti i punti di vista. Gli ambienti sono dinamici come mai prima d’ora, sarà possibile interagire e distruggere gran parte di quello che abbiamo intorno; la fisica degli oggetti è egregia, così come la risposta dei diversi materiali ai nostri stimoli (il vetro andrà in frantumi, l’acciaio si piegherà e via dicendo…). Il Crytek Engine, motore usato per il gioco, dimostra ancora una volta la sua bruta potenza e piega qualsiasi supporto hardware alla sua volontà.

lrflq_jpg_0x0_watermark-big_q85

Anche il multiplayer online del titolo è ben studiato e aggiunge valore ad un gioco che già di per sé promette benissimo. Le mappe richiameranno l’avventura in singolo, con scorci di Manhattan e dintorni. Gli spazi saranno ampi e ben architettati, permettendo tattiche di assalto e di squadra che raramente si concretizzano nei giochi odierni. Le modalità di gioco saranno quelle classiche che tutti noi gamers conosciamo bene, ma Crytek ci ha riservato anche qualche piccola sorpresa, purtroppo non ancora svelata.

COMMENTO FINALE:


Crysis 2 è un titolo che vanta già un’immensa schiera di fan al suo seguito. Serte migliori per creare un vero e proprio capolavoro capace non soltanto di uguagliare il precedente, ma di superarlo. Cosa per niente facile, considerando che adesso la programmazio
quel di uno dei più acclamati giochi per PC di sempre, si porta dietro una grande responsabilità. La Crytek infatti, dovrà usare le sue cane è estesa su tre piattaforme del tutto differenti l’una dall’altra. Ma lasciate che vi dica che lo studio di sviluppo tedesco sta svolgendo un lavoro straordinario per rendere Crysis 2 indimenticabile. Il “Big Game” targato Electronic Arts è quasi pronto per gli scaffali: che sia la volta buona per buttare definitivamente giù dal trono Call Of Duty? Staremo a vedere. Voi intanto date uno sguardo lassù nel cielo, non si sa mai…

Ultima modifica il Venerdì, 28 Ottobre 2011 14:45
Vota questo articolo
(8 Voti)
Letto 1341 volte
Roberto de Luca

Appassionato di videogiochi da sempre, nonchè redattore per Everyeye, scrive correntemente sulle pagine di mygenerationweb.it.

Altro in questa categoria: Battlefield 3 »

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.