Planet Manga, Paradise Kiss: si celebra il ventesimo anniversario

  Tokyo è la capitale giapponese della moda più eccentrica e all’avanguardia. Il fashion sty...

La verità sul caso Harry Quebert - Una serie promettente!

Siamo nel lontano 1975. Mettiamo un piccolo cottage nel Maine, USA, sul freddo oceano Atlantico...

Bao, Radice e Turconi: Tosca dei boschi un altro grande successo

Dame e messeri delle corti italiane, duchi e duchesse, rivalità tra Siena e Firenze, amore ed amiciz...

Ciao Darwin 8 - Non sei cambiato affatto!

Ieri sera ha fatto il suo trionfale ritorno, con 5,2 milioni di spettatori e il 24,5% di share, uno ...

15 marzo 2019, sciopero globale per il clima: riprendiamoci il futuro!

Svezia, 20 agosto 2018, Greta Thunberg (nella foto di copertina) marina la scuola per manifestare co...

Manga: storie di amori non convenzionali!

  Il marito di mio fratello Manga di Gengoroh Tagame che tratta il tema del matrimonio gay ...

Ultimi Articoli

Previous Next
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Planet Manga, Paradise Kiss: si celebra il ventesimo anniversario
Marzo 24
  Tokyo è la capitale giapponese della moda più eccentrica e all’avanguardia. Il fashion style nipponico è unico nel suo genere, accattivante ed eclettico, così tanto seguito da essere protagonista indiscusso di alcuni dei manga della mangaka Ai Yazawa più amati dai millennials. Paradise Kiss quest’anno compie vent’anni e per festeggiare questa data importante sarà pubblicato un volume omnibus. A darne l’annuncio è stata prima fra tutti la stessa autrice con un tweet.   Paradise Kiss: perché è un manga che piace a tutti? Nel 1999 fece il suo debutto Paradise Kiss sulla rivista Zipper, edita da Shodensha ed in occasione del suo ventesimo anniversario l’opera sarà raccolta e pubblicata in un unico volume celebrativo, da marzo in tutte le librerie e fumetterie. In Italia sarà pubblicato da Planet Manga (Panini Comics). Paradise Kiss è lo spin-off di Cortili del cuore ambientato vent’anni dopo la fine nel manga. Fanno un cameo alcuni dei protagonisti del fumetto. Quest’opera ha avuto molto successo, tanto da averne creato sia una serie anime di 12 episodi, sia un film live action.   Chi è in realtà Ai Yazawa? Ai Yazawa non è il suo vero nome, l’autrice ha scelto un nome d’arte in onore del cantante giapponese preferito, Eikichi Yazawa. In Italia l’abbiamo conosciuta con l’opera Cortili del cuore (di cui è stato trasmesso anche l’anime). La sua passione per la moda lo ha trasmesso in molte delle sue opere, in particolar modo nel manga Nana ci sono molti richiami alla stilista Vivienne Westwood.       Link alle immagini: https://danielaarena.com/2018/07/01/paradise-kiss-di-ai-yazawa/  -  https://www.mangaforever.net/566676/planet-manga-nuova-edizione-per-paradise-kiss-di-ai-yazawa  -  https://tvtropes.org/pmwiki/pmwiki.php/Manga/ParadiseKiss  -  https://en.wikipedia.org/wiki/Paradise_Kiss_(film)  -  https://www.animeclick.it/anime/603/paradise-kiss
La verità sul caso Harry Quebert - Una serie promettente!
Marzo 21
Siamo nel lontano 1975. Mettiamo un piccolo cottage nel Maine, USA, sul freddo oceano Atlantico. Alle spalle una fittissima e oscura foresta. Il fascino è palpabile. Mettiamo uno scrittore famoso, ritiratosi nel piccolo paesino – immaginario – di Sommerdale, fatto di tavole calde e abitanti che si conoscono tutti. Harry Quebert ha bisogno di pace e tranquillità per lavorare al suo secondo libro e Sommerdale sembra perfetto. Ma ecco che sbuca fuori la giovane Nola, quindici anni ed energia da vendere. Trentatré anni dopo, Harry, ormai divenuto un autore di fama internazionale, viene arrestato. Nel giardino del suo cottage è stato ritrovato il corpo senza di vita di Nola e il manoscritto del suo secondo romanzo, Le origini del male. Il pupillo di Harry, il giovane scrittore Marcus Goldstein, è disposto a tutto per aiutare il suo mentore, ma dovrà anzitutto ricostruire la vicenda. Questo l’incipit di La verità sul caso Harry Quebert, la serie diretta da Jean-Jacques Annaud, basata sull’omonimo romanzo di Joel Dicker – uscito nel 2012 con enorme successo – e trasmessa, a partire da ieri sera, su SKY Atlantic (canale 110). Una serie attesissima, oltre che per la fama del modello letterario, per la partecipazione nei panni del protagonista di Patrick Dempsey, amatissimo in Grey’s Anatomy. I primi due dei dieci episodi si concentrano sull’introduzione dell’argomento, ma risultano interessanti e affascinanti, nonostante piccole imperfezioni – il giovane scrittore Marcus può vivere sulla scena del crimine e lavorare pressoché indisturbato come un poliziotto senza essere fermato dalle autorità competenti?!? L’interesse dello spettatore è catturato grazie al gioco di rimandi tra gli eventi che si svolgono nel “presente” e i flashback del passato, che rivelano a poco a poco, in modo lento ma studiato, quanto c’è da sapere. Le ambientazioni e la fotografia sono poi eccellenti, buona anche l’interpretazione di tutto il cast, anche se proprio il bel Dempsey appare un po’ sbiadito. Vedremo cosa ci aspetta nelle prossime puntate! Link alle foto: https://news.fidelityhouse.eu/televisione/la-verita-sul-caso-harry-quebert-dal-libro-alla-serie-tv-con-protagonista-patrick-dempsey-403665.html https://video.sky.it/skyatlantic/le-serie-tv/la-verita-sul-caso-harry-quebert-il-trailer/v488366.vid
Bao, Radice e Turconi: Tosca dei boschi un altro grande successo
Marzo 17
Dame e messeri delle corti italiane, duchi e duchesse, rivalità tra Siena e Firenze, amore ed amicizie, sono solo alcuni degli ingredienti della nuova storia creata da Stefano Turconi e Teresa Radice , Tosca dei Boschi.   Ma chi è la protagonista di questa graphic novel? Tosca, una vispa ragazzina dai capelli rossi, che sottrae oggetti preziosi ai ricchi per redistribuirli ai meno fortunati. Vi ricorda qualcuno? Forse non è un caso se i suoi “genitori” provengono dal mondo Disney. Lei e suo fratello Rinaldo, di professione menestrello, sono orfani, hanno perso i loro genitori da piccoli. La loro vita cambia il giorno in cui incontrano Lucilla, la duchessina della famiglia dei Fieramosca.   Perché leggere questa graphic novel? Certamente per l’originalità e la versatilità. Si tratta di un’opera che si adatta facilmente ai più piccoli e agli adulti. Anche in quest’opera Turconi predilige i colori usando matite colorate, che sembrano dare vita propria alle ambientazioni ed ai personaggi. Lo story board ed i dialoghi della Radice sono come sempre frutto di una ricerca maniacale, molto fedele alle ambientazioni storiche del Rinascimento toscano.   A cosa deve il suo successo Tosca dei boschi? Lo deve soprattutto alla sua capacità di toccare delle leve emozionali, nonostante sia un’opera corale, che ci riportano alla nostra infanzia. Sono quelle emozioni forti che ci toccano nel profondo, dal retro gusto nostalgico, che ci fanno ritornare un po’ bambini.       Link alle immagini: https://www.mentelocale.it/milano/eventi/108572-teresa-radice-stefano-turconi-presentano-tosca-boschi.htm  -  https://www.mentelocale.it/milano/eventi/108572-teresa-radice-stefano-turconi-presentano-tosca-boschi.htm  -  https://www.lospaziobianco.it/tosca-dei-boschi-la-toscana-medievale-di-radice-e-turconi/  -  https://www.badcomics.it/2018/11/bao-publishing-presenta-tosca-dei-boschi-di-teresa-radice-e-stefano-turconi/224565/  -    
Ciao Darwin 8 - Non sei cambiato affatto!
Marzo 16
Ieri sera ha fatto il suo trionfale ritorno, con 5,2 milioni di spettatori e il 24,5% di share, uno programma che ha segnato la storia della televisione italiana, un cult potremmo dire: Ciao Darwin! Sono passati ventuno anni dalla prima edizione, nel lontano 1998, e siamo ora all’ottava. Un’edizione intitolata “terre desolate”, prendendo spunto da un romanzo di Stephen King con l’obiettivo di esplorare gli scenari apocalittici verso cui il nostro mondo si avvia sempre più. La consueta sfida tra due “gruppi” nella prima puntata vede contrapporsi gli “chic”, capitanati da Enzo Miccio, agli “shock”, guidati da Lisa Fusco. La struttura del programma, infatti, è sempre la stessa: prova di canto, dibattito, genodrome (percorso a ostacoli), prova di coraggio, “a spasso nel tempo”, sfilata e i “cilindroni”. Si tratta di una struttura ormai ben collaudata e che sa regalare grandi emozioni, soprattutto nella prova di coraggio e in quella del tempo, anche se in sensi opposti. Vi sono altre cose, però, che sarebbero dovute cambiare e che risultano fastidiosamente antiche. Anzitutto vi è ancora una sostanziale lontananza dai social network, che sicuramente hanno tutti i difetti di questo mondo, ma possono donare al pubblico da casa la sensazione di essere più vicini e in qualche modo partecipi dello show. Si sono avuti meme e stories di Instagram, ma riguardavano una sorta di backstage dello spettacolo a cui ugualmente si poteva essere unicamente spettatori inermi. Ritorna poi la consueta insistenza sull’erotismo, forse in questa prima puntata ancor più esasperata che mai, grazie alle sfortunate uscite della concorrente chic durante la prova del tempo – Mastroianni impotente non si può sentire! Le perenni inquadrature dei lati b del corpo di ballo, una madre natura – bellissima, per carità – messa lì solo per attirare sguardi e commenti e, infine, un pubblico maschile spinto a reazioni per niente chic: questi sono elementi che appaiono fastidiosi perché – a modestissimo parere di chi vi parla – anacronistici. Diciamocelo onestamente, oggi come oggi, tra social e tv, si trovano immagini sensuali ovunque: davvero la vista di una bella ragazza in intimo/costume desta ancora tale stupore? Si potrebbe aggiungere poi che, nel 2019, ci si aspetterebbe un trattamento meno oggettivante della donna, ma lasciamo stare. Bisogna, infatti, ricordare che è pur sempre un programma espressione del trash e non ci si dovrebbe aspettare qualcosa che non si accordi alla sua natura. Anche se da Paolo Bonolis, talentuosissimo conduttore dalla lingua tagliente forse un po’ in più ci si aspetta. Soprattutto se poi fa battutine sarcastiche contro Barbara D’Urso… Vedremo cosa ci riserveranno le prossime puntate! Link alla foto: https://www.tpi.it/2019/03/15/ciao-darwin-8-2019-canale-5/
15 marzo 2019, sciopero globale per il clima: riprendiamoci il futuro!
Marzo 14
Svezia, 20 agosto 2018, Greta Thunberg (nella foto di copertina) marina la scuola per manifestare contro l’indifferenza della classe politica dinanzi al problema del cambiamento climatico. Greta ha 16 anni e, da quel giorno, ogni venerdì non va a scuola per manifestare. La sua protesta diventa globale, prende il nome di Fridays For Future (#FFF) e grazie a lei si risvegliano i cuori di milioni di adolescenti in tutto il mondo, che ogni venerdì marinano la scuola per scendere in piazza. Bruxelles, Parigi, Londra, New York… le manifestazioni degli studenti si propagano a macchia d’olio e domani 15 marzo si uniranno in una manifestazione globale contro il terrificante avanzare del riscaldamento globale.   “La nostra casa sta bruciando” recitano gli striscioni della protesta. “Dite di amare i vostri figli più di ogni cosa, invece gli state rubando il futuro” accusa Greta nel suo discorso a Katowice.     Pensate per un attimo alla vostra giornata tipo, a quanta plastica inutile viene ogni giorno usata e non riciclata. Pensate al caffè preso alla macchinetta in ufficio; alla merendina confezionata data ai vostri figli; agli assorbenti; alla confezione del sapone e del detersivo; al piatto che la sera non ci va di lavare e preferiamo sostituire con quello monouso. Pensate a quanti minuti più del necessario passiamo sotto la doccia calda; a quanti elettrodomestici lasciamo accesi anche quando non li usiamo: le tv sintonizzate per compagnia, i caricabatteria lasciati in corrente, pc in stand-by, le lavatrici con mezzo carico.   Siamo diventati degli inconsapevoli irresponsabili. Coccolati dai comfort della modernità che ormai fanno parte del nostro minimo necessario, senza mai pensare al fatto che neanche cinquant’anni fa si viveva dignitosamente senza avere sacchi di plastica per la spazzatura, pannolini monouso e ammorbidente per il bucato. Niente potrà cancellare i disastri ecologici combinati fino ad ora, ma si può tentare di tirare il freno. Le previsioni dei climatologi per un futuro prossimo, troppo prossimo, sono agghiaccianti… anche se il ghiaccio non è esattamente la metafora esatta per esprimere quello che accadrà: uragani devastanti, innalzamento del livello dei mari, estati caldissime e migrazioni di massa dalle aree del pianeta diventate invivibili. Quando? Tra mille anni? No. Queste previsioni si riferiscono solo al 2050, e c’è chi le definisce ottimistiche.     Se c’è un regalo che gli adulti possono fare ai loro figli, ai figli che avranno, ai nipoti, ai figli dei loro amici, è cercare di offrirgli un mondo in cui potranno vivere. Comprare alla spina, riciclare, aggiustare ciò che si rompe, comprare solo ciò che è necessario, evitare gli sprechi, informarsi e informare, scendere in piazza a farsi sentire perché questo movimento arrivi a quante più persone possibile sono i primi indispensabili passi per iniziare a fare la differenza.   Domani 15 marzo anche nelle città italiane si manifesterà contro il riscaldamento globale, ci saranno incontri, laboratori e sarà l’occasione per farsi travolgere dalla più ecologica delle energie: quella dei ragazzi dei #fridaysforfuture.      A Napoli la manifestazione per il clima partirà in Piazza Garibaldi alle ore 9 e il corteo percorrerà la città fino a Piazza del Plebiscito.             link immagini: https://blog.ecosia.org/content/images/2019/03/ecosia-joins-climate-strike-march-fridays-for-the-future-greta-thunberg-8.jpg   https://lk.shbcdn.com/blobs/variants/d/4/c/f/d4cfec05-15d4-4c03-b9ef-a0c9339e082b_large.jpg?_636798462260125704 https://images.wired.it/wp-content/uploads/2019/02/21193458/1550770497_Friday-for-Future.jpg    
Manga: storie di amori non convenzionali!
Marzo 13
  Il marito di mio fratello Manga di Gengoroh Tagame che tratta il tema del matrimonio gay ( in Giappone è illegale). È un'opera toccante che tocca con delicatezza gli aspetti quotidiani dell'omofobia. Il marito di mio fratello è un manga intenso e molto profondo che terrà col fiato sospeso i lettori!   I grandi matrimoni Marvel Una raccolta incredibile di molti personaggi convolati a giuste nozze, partendo da quelle di Mr. Fantastic e la Donna Invisibile. Da Peter Parker a Mary Jane e via fino a quando Deadpool ha sposato Shikla. Una raccolta unica e divertente.   Ti amo, ma fatti ammazzare Una suggestiva serie horror dal retrogusto romantico. Un manga che rompe gli schemi scritta a quattro mani da Majuro Kaname e Sousou Sakakibara. Una storia d'amore macchiata dal sangue, sentimenti profondi che si intrecciano con la morte come fossero batteri da eliminare. Un'opera decisamente originale e per nulla banale.   Lo sfigatto – Nekonaughey Un nuovo personaggio paffuto e curioso ha fatto il suo debutto all'inizio del mese. Dopo aver conquistato sempre più lettori nel continente asiatico, Lo Sfigatto è pronto a conquistare anche quelli dell'occidente con la sua assoluta e indissolubile pacatezza e simpatia Le su gag fanno la loro prima apparizione sui profili social del suo autore Yusuke Sakamoto, in arte Q-rais, divenute subito virali sono state poi pubblicate da un editore, fino spopolare oltreoceano.     Link alle immagini: https://www.animeclick.it/drama  -  https://www.badcomics.it/2018/11/panini-comics-annuncia-un-volume-dedicato-ai-matrimoni-marvel/221203/  -  http://www.chibiistheway.com/2018/11/annunci-planet-manga-di-lucca-comics.html  -  https://www.alilibri.it/scheda.php?id=8822613058&dsc=lo-sfigatto-vol-unico 
Cartoomics 2019: tutti gli annunci Marvel! parte 2
Marzo 12
Gli annunci del mondo Marvel sono stati davvero tanti alla fiera di quest’anno. Vediamo cos’altro ci riserva la casa delle idee per quest’anno.   Amazing Spider-Man Dal mese di agosto avrà cadenza quindicinale e inizierà con Amazin Spider-Man 16, di Nick Spencer e Ryan Ottley, mentre al termine inizierà la saga Friendly Neighborhood Spider-Man di Tom Taylor e Juan Cabal. Miles Morales Da agosto sarà disponibile in tutte le fumetterie e librerie ed avrà cadenza bimestrale. Ritorna lo Spider-Man dell’universo Ultimate, Miles Morales. Una nuova serie elettrizzante scritta da Eisner Saldin Ahmed e disegnata da Javier Garron. Superior Spider-Man Otto Octavius è tornato, quale sarà il suo nuovo piano? Conquistare San Francisco! La serie è scritta da Christos cage e disegnata da Mike Hawthorne (Deadpool). Da settembre il volume brossurato di 136 pagine sarà disponibile in fumetterie e librerie.   Venom Questa volta uno dei personaggi più interessati del mondo Marvel arriverà a livelli di oscurità incredibili, pur trattando temi come la dipendenza, la famiglia, l’ansia da distacco, amicizia e solitudine. Si conferma ancora un grande successo di critica sia negli Stati Uniti che in Italia.   Guardiani della galassia Da luglio sarà disponibile questa nuova serie, che seguirà la fine di Infinity War, in cui ci sarà una formazione ancora più stramba dei Guardiani contro la nuova minaccia per il mondo Marvel. Il creatore Donny Cates ci presenterà la squadra formata da Groot, Cosmic Ghost Rider, Beta Ray Bill, Star-Lord e Phyla-Vell.   Asgardiani della galassia Con un volume di 112 pagine, da agosto potremo leggere le avventure di questa nuova squadra di guardiani composta da Angela, Valchiria, Skurge, Throgg la Rana del Tuono, un ragazzo che vorrebbe essere Thurnderstrike e il Distruttore. Un grande team che farà da preludio al prossimo evento Marvel! Daredevil – L’uomo senza paura Da giugno in tutte le fumetterie sarà disponibile questo volume brossurato da 112 pagine insieme all’ultimo numero di Daredevil. Questa miniserie di 5 volumi dovrà affrontare un tragico finale e preparerà il pubblico a quello che accadrà dopo la morte dell’uomo senza paura.   Daredevil La serie è disegnata dall’italiano Marco Cecchetto, che è già un successo negli Stati Uniti, vedrà il suo protagonista, Matt Murdock, scoprire cosa sia la paura per la prima volta. Link alle immagini: http://www.fr4med.it/2018/07/22/sdcc-80-anniversario-della-marvel/  -  https://comicxposure.com/products/amazing-spider-man-798-leg-comicxposure-clayton-crain  -  https://www.comicsuniverse.it/marvel-annuncia-membri-degli-asgardiani-della-galassia/  -  https://www.hovistocose.it/comics/MARVEL+COMICS/VENOM+155+MATTINA+VAR+LEG/AUG170888  -  https://www.fumetto-online.it/it/marvel-italia-guardiani-della-galassia-4-c70616000040.php  -  https://www.fumetto-online.it/it/marvel-italia-devil-i-cavalieri-marvel-84-daredevil-c67484000840.php 
WWW Happy Birthday to you
Marzo 12
  Grande festa oggi al CERN dove in collaborazione con la World Wide Web Foundation si celebrano i 30 anni della nascita del Web. Il World Wide Web, venne alla luce a Ginevra nel marzo 1989, dentro i laboratori del più grande organo di ricerca sulla fisica delle particelle, ad opera di un giovanisimo informatico britannicoTim Berners-Lee,  il quale prospettò agli accademici del W3c (World wide Web Consortium) un protocollo di condivisione di dati e informazioni su Internet utilizzando collegamenti ipertestuali.  La rivoluzione tecnologica di questa invenzione ha reso possibile l'accesso ad ogni tipo d' informazione a tutti gli utenti del pianeta, nel bene e nel male, e proprio a tal proposito il papà del WWW ha dichiarato: " Ha trent'anni ma è come se fosse un adolescente" il paragone sta nel fatto che gli adolescenti sono incontrollabili, imprevedibili, ed è difficile tenerli a freno, proprio per questo Sir Tim Berners-Lee, preoccupato per la piega non proprio confortante che stanno prendendo nella rete alcuni aspetti e dinamiche ,ha proposto ai governi, alle multinazionali, alle web company ma anche ai cittadini stessi una sorta di modello contrattuale per la rifondazione del Web, che attraverso linee guida ben precise porterebbero l' irruento adolescente a diventare un adulto maturo e responsabile. Facendo un tuffo nei ricordi quindi, e concentrandosi sul presente, si cerca di fare il punto, costruire così delle fondamenta solide che portino il web ad essere un luogo sicuro, pieno di possibilità e non una piattaforma in cui aleggiano minacce o pericoli.      Di altra levatura il parere della padrona di casa del Cern Fabiola Giannotti la quale dichara: "  I vantaggi superano di gran lunga gli aspetti negativi, la ricerca e la conoscenza non si possono fermare per la paura che qualcuno ne possa farne un uso sbagliato, E' nella natura umana voler capire e scoprire. Anzi noi oggi celebriamo la capacità della ricerca fondamentale di produrre innovazioni di cui beneficia tutta la società, il Cern è un luogo dove si fa ricerca, dove non ci viene chiesto di produrre qualcosa entro domani mattina.Certo, abbiamo delle scadenze, ma si lavora con grande libertà stimolando la creatività delle persone, senza pensare a un ritorno economico. Se il Web è nato qui ed ha avuto successo clamoroso nei trent’anni successivi è anche per l’ambiente particolare del nostro laboratorio:, Tim presentò il suo progetto nel 1989 e nel 1993 l’allora direttore generale del Cern Carlo Rubbia decise di aprire a tutti il protocollo http libero da copyright".    Molti gli ospiti importanti  che ricordando e raccontando aneddoti si cedono il posto sul palco della sala conferenze al Cern, come ad esempio Robert Calliau, il quale ai tempi collaborò con Tim Berners-Lee allo sviluppo del protocollo o come Lou Montulli il papà dei cookies o ancora Domenico Vicinanza (il fisico musicista) che insieme ai colleghi di lavoro ha voluto intonare Happy Birthday to you seppur in una versione molto molto particolare infatti, il fisico ha tradotto in musica il codice originale di Berners- Lee presentato nel 1989 e in un video proiettato in sala, si ascolta questo tappeto musicale che accompagna immagini di grafici, codici, stringhe, schemi e rappresentazioni, dal titolo : " Information Management: a Proposal".  Ovviamente l'armonia creata apposta per questo giorno è stata poi donata, in pieno stile 1989, a Berners-Lee ovvero incisa su musicassetta all'interno di un walkman. L'inventore mettendosi le cuffie ha accennatto qualche passo di danza e ha lasciato la sala.  un'uscita in grande stile per la festa di compleanno più famosa del web.   https://www.youtube.com/watch?v=taC-O5Usxuw    Fonte  ufficiale delle immagini : Cern
“Eufonia Partenopea”, quando la musica è al servizio della scienza.
Marzo 11
Nel mese di febbraio, la splendida Sala Bianca, recentemente restaurata, del Teatro Sociale di Como, ha ospitato il concerto “Eufonia Partenopea” a favore della fondazione Telethon. La serata organizzata dall’avvocato Pasquale Iovino e dall’Associazione Angeli della musica ha visto l’esibizione della pianista e compositrice di fama internazionale Ivana D’Addona, del virtuoso violinista Gennaro Desiderio e del tenore pop Giuseppe Gambi.   I tre artisti hanno eseguito alcune tra le più belle melodie della tradizione partenopea, hanno regalato emozioni, brividi, gioia, sorrisi, ricevendo in cambio un ampio consenso di pubblico, al punto che vi sono state standing ovation e richieste di bis. Ma, come è accaduto altre volte, anche quella sera, hanno messo a disposizione il loro tempo e il loro talento per contribuire alla raccolta fondi che Telethon propone in favore della ricerca per le malattie rare, attività che si svolge grazie non solo all’aiuto economico di importanti partnership, ma anche di volti noti e di programmi TV che cercano, durante una serata o una maratona televisiva, di sensibilizzare l’opinione pubblica affinché diventi sostenitrice concreta del progetto di Telethon. La Fondazione Telethon, ente senza scopo di lucro riconosciuto dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica, da anni si occupa dello studio di quelle malattie che per anni sono state trascurate dai grandi investimenti pubblici e privati che finanziavano soltanto la ricerca sulle patologie più diffuse. Telethon dal 1990 ha investito oltre trecento milioni di Euro sulla ricerca, fondi con i quali è stato possibile scoprire le cause e i meccanismi di 459 patologie genetiche, lavoro testimoniato da circa 8000 pubblicazioni scientifiche.   Fa tristezza pensare che un paese come l’Italia non abbia un concreto finanziamento pubblico indirizzato allo studio di malattie rare. Eppure qui si trovano le migliori università e le migliori menti che potrebbero portare avanti quegli studi che oggi sono solo in mano ai privati.    Il logo telethon è stato preso da: https://it.wikipedia.org/wiki/Telethon   la foto della locandina del concerto ci è stata data da Giuseppe Gambi
Cartoomics 2019: tutti gli annunci della Marvel! parte 1
Marzo 10
Ieri pomeriggio anche La Casa delle Idee ha tenuto la sua conferenza stampa presieduta da Marco Lupoi e Nicola Peruzzi, che hanno presentato il calendario editoriale ricco di eventi e novità.   Con un albo da 72 pagine, arriveranno Gli incredibile X-Men a maggio in tutte le librerie e fumetterie. Grazie al trio Ed Brisson, Matthew Rosemberg e Kelly Thompson tornano i mutanti più famosi di sempre. Ci sarà un primo ciclo dal titolo “Divisi”, in cui gli X-Men dovranno lottare per la propria sopravvivenza e quella di un mondo che li rinnega e li disprezza.   L'era di X-Men Arriva la miniserie che festeggerà il venticinquesimo anniversario di Age of Apocalypse. I mutanti possono davvero essere felici e vivere in un mondo armonioso e unito? È davvero finito tutto l'odio e possono vivere finalmente come dei super eroi? Lo potremo scoprire ad agosto in tutte le fumetterie e librerie.   Extermination Scritta da Ed Brisson e Pepe Larraz, la troveremo già allo stand Panini alla fiera del fumetto Napoli Comicon 2019 e riguarderà il finale delle trame de gli X-Men originali.      Wolverine A luglio e settembre arriveranno il finale di Old Man logan e l'arrivo della miniserie Dead man Logan. Ad ottobre, invece, inizierà la serie Wolverine: Infinity Watch,   X-Men: Black Sarà un volume brossurato di 136 pagine e sarà disponibile a luglio. Ogni episodio della serie è dedicato ad un villain storico, quali Magneto, Mojo, Emma Frost, Mystica e Fenomeno. Conterrà una piccola perla, il ritorno di Chris Clermont.   X-Force In arrivo ad ottobre, questa miniserie è firmata da Ed brisson e Dylan Burnett. A 25 anni esatti dalla pubblicazione di X-Force 1, arriverà la saga in cui si riunisce la black-ops dei mutante per antonomasia, in cui ci sarà una caccia all'uomo sensazionale.   Avengers Dopo il Fresh start sono mutate le fondamenta del mondo degli eroi più potenti della Terra. Grazie a Jason Aaron e David Marquez potremo assistere al viaggo dei vendicatori in Transilvania, a cui seguireà una richiesta di asilo politico, ma da parte di chi? Arriverà una nuova guerra civile? Cosa potrà mai accadere?   Avengers: senza ritorno In arrivo la maxi saga a luglio scirtta da Mark Waid, Al Ewing e Jim Zub. Una maxi serie comprensiva di 10 albi che saranno pubblicati a cadenza mensile in concomitanza dell'uscita della serie Avengers. Non mancheranno vecchi ritorni e grandi soprese.     Fantastici Quattro Mensile in uscita a luglio 2019. Dopo il matrimonio di Ben e Alicia, non seguirà il consueto viaggio di nozze, poiché una nuova minaccia incomberà su Latveria.   Link alle immagini: https://www.amazon.it/Gli-incredibili-X-Men-Marvel-Omnibus/dp/8865891211 - https://en.wikipedia.org/wiki/Wolverine_(character) - https://www.marvel.com/comics/issue/59519/marvel_avengers_alliance_2016_1 - https://it.wikipedia.org/wiki/Fantastici_Quattro - https://blablaocio.com/history-editorial-panini/?lang=en
Sinestesie a Capodimonte!
Marzo 10
Il Museo di Capodimonte, ricche di imponenti opere d’arte, si riempie di vita grazie all’associazione culturale MusiCapodimonte. La visita delle sale museali, infatti, è allietata da attori in costume d’epoca – per la precisione un Pulcinella nobilitato e una nobildonna di fine settecento, interpretati con maestria da Rodolfo Fornario e Antonella Quaranta della Compagnia Arcoscenico – e dal pianoforte di Rosario Ruggiero. Si tratta di un’operazione che suscita emozioni nuove, insolite, ma decisamente piacevoli nel visitatore. La narrazione storica, offerta dagli attori in costume con accuratezza ma anche simpatia, e le note di grandi brani classici, accompagnate da semplici ma studiati commenti, permettono ai visitatori di ammirare le innumerevoli tele, sculture, armi, ceramiche e i molti mobili preziosi in una luce diversa. Un’esperienza che coinvolge tutti i sensi, ma soprattutto l’anima, piacevolmente risvegliata e nutrita di bellezza e meraviglia. “L’arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni”, diceva Picasso, probabilmente suggerendo a tutti noi di prenderci più tempo per noi stessi e per la nostra anima. Il Museo di Capodimonte è aperto tutti i giorni, tranne il mercoledì, dalle 8.30 alle 19.30 ed è gratuito ogni prima domenica del mese.Le foto sono di: Annachiara Giordano
Star Comics: tutti gli annunci a Cartoomics 2019
Marzo 10
Si è conclusa da poco la conferenza stampa A tutto manga della Star Comics al Cartoomics 2019, fiera del fumetto di Milano in scena questo fine settimana a Rho Fiera. La conferenza era presieduta dal direttore editoriale Claudia Bovini ed il Publishing Manager area manga Christian Posocco. Non sono tante le nuovo proposte, anche in vista del Napoli Comicon 2019, che si terrà a poco più di un mese di distanza. Allora vediamo nel dettaglio quali novità ci proporranno quest’anno.   Summer Time Rendering A due anni di distanza dalla morte dei suoi genitori, il giovane Shipei decide di far ritorno sull’isola dov’è avvenuto il tragico incidente, per partecipare al funerale della sua amica d’infanzia Ushio. Quando divenne orfano in giovane età, fu adottato dalla famiglia Kofune e Ushio era una delle due nuove sorelle di Shinpei. Finiti gli studi decide di trasferirsi a Tokyo, ma il suo ritorno forzato in quel luogo legato solo sventure, gli farà fare i conti con le ombre del suo passato. Nuovi scenari si aprono in questa storia, scoprirà che la scomparsa della sua amica non è dovuta alla fatalità, ma senza ombra di dubbio si tratterà di omicidio. I demoni con cui dovrà misurarsi non sono pochi, cosa farà Shipei? Collana: TECHNO Uscita: da giugno in tutte le librerie, fumetterie, Amazon   Fairy Tail 100 years quest Natsu Dragonil ed i suoi compagni, al termine di Fairy Tail, si erano imbarcati per la missione emessa da Magia Dragon più di cent’anni fa. Una delle leggendarie gilde magiche, la più antica di tutte, e situata a nord del continente di Giltena. La loro missione consisterà nello sconfiggere i 5 draghi divini, creature mitologiche, dai poteri straordinari, ma non saranno gli unici sulle loro tracce. Inizia così un nuovo ciclo di avventure rocambolesche! Collana: YOUNG Uscita: da luglio in fumetterie, librerie, Amazon   La stirpe della Sirena Un’antica leggenda narra che in tempi antichi una sirena sugellò un patto con un monaco shintoista di un piccolo paesino sul mare. In quel villaggio custodivano in gran segreto un uovo di sirena, garantendo prosperità a tutti i suoi abitanti. Nel corso del tempo, gli equilibri inizieranno a cambiare, perché qualche abitante vorrà sfruttare economicamente questa grande opportunità, in accordo con il nuovo sacerdote. Il giovane Yosuke, protagonista di questa storia, non crede all’esistenza della sirena, che secondo la leggenda, torna periodicamente al villaggio per cambiare l’uovo. Ben presto alcune avvenimenti “strani” scalfiranno le sue solide certezze.. Collana: UMAMI Uscita: da giugno in fumetterie, librerie, Amazon Link alle immagini: immagine di copertina creata dell’autore -  https://myanimelist.net/manga/110031/Summertime_Render/pics  -  https://en.wikipedia.org/wiki/Fairy_Tail_100_Years_Quest  -  https://www.serialgamer.it/2019/03/09/cartoomics-2019-ecco-tutti-gli-annunci-di-star-comics/
"Il Nome della Rosa" - La serie evento di RAI1
Marzo 08
Il Nome della Rosa è il celebre romanzo d'esordio di Umberto Eco, pubblicato per la prima volta nel 1980. Una vera e propria sfida per il palinsesto Rai l'acquisizione della messa in onda del thriller storico, diretta da Giacomo Battiato, che riproduce il capolavoro di Eco, già vincitore del Premio Strega nel 1981. La prima puntata, trasmessa il 4 Marzo dalle 21:25 su Rai 1, è stata un gran successo, soprattutto sul versante social, che plaude in maniera fragorosa la direzione di Battiato e l'interpretazione di attori del calibro di Rupert Everett, nei panni di Bernardo Gui, e John Turturro, nei panni di Guglielmo da Baskerville.     La storia è ambientata nel Nord-Italia del 1327: Gugliemo da Baskerville e Adso da Melk, interpretato da Damien Hardung, un francescano e un novizio suo discepolo, arrivano in un'abbazia perduta nell'Italia Settentrionale. Sono anni terribili per la Chiesa, in cui scoppiano eresie e il potere temporale è continuamente minacciato. Problema che però complica ancor più le cose, è l'abbazia in questione, che è stata teatro della morte inspiegabile di un amanuense. Innumerevoli tragedie e morti si intrecciano nell'intero racconto, il cui cuore pulsante è la biblioteca dell'abbazia, in quanto i libri, erano considerati la vera e unica fonte di svago ammessa, anche se in realtà proibita.     Sembra che la serie trionfi anche negli ascolti, ottenendo il 27.4% di share e piazzandosi al primo posto. A quanto pare l'aprire le porte all'internazionalità ha fatto solo bene al palinsesto italiano della Rai, che già in precedenza aveva ottenuto un grande successo con I Medici e L'Amica Geniale. Anche ad Umberto Eco l'idea della trasposizione in serie TV era piaciuta fin da subito, tanto da approvarne prima della sua morte, nel 2016, la sceneggiatura. Resta solo che aspettare la messa in onda della seconda puntata, prevista per lunedì 11 Marzo, e sperare che non deluda le aspettative di quello che è stato definito un esordio degno di nota.         Link alle immagini originali: https://www.ultimenotizieflash.com/gossip-tv/fiction-serie-tv/2019/03/04/il-nome-della-rosa-serie-tv-tutti-i-personaggi https://www.primaonline.it/2019/02/28/285678/il-nome-della-rosa-serie-tv-su-rai-1-dal-4-febbraio-gia-venduta-gia-in-130-paesi-battiato-impresa-non-semplice-andreatta-eco-aderi-video-trailer/ https://www.davidemaggio.it/archives/172312/il-nome-della-rosa-personaggi-protagonisti
"Passo Oscuro" di Alfonso Benadduce allo Stabile di Napoli
Marzo 05
Lunedì 11 marzo alle ore 21 Alfonso Benadduce torna allo Stabile di Napoli con una nuova creazione tra teatro e danza. "Il passo oscuro è di qualcuno che arriva e non sa dove", scrive in una sua nota. "Quando Cassandra, la grande non creduta, scende dal carro e si avvia, lascia sul campo tutto il suo vedere e prosegue azzerata nella sua potenza. Ed è lì che noi entriamo a occhi chiusi, arresi al non sapere, così come la Nona di Bruckner non sa niente di sé. Al suono della sinfonia il Passo oscuro porta il teatro nel buio della danza con un primo e in seguito con un secondo tempo. Figure ignote affrontano la forza della musica attratte dalla mancanza della nota finale di questa grande incompiuta. Il terzo tempo è stato presentato in Corea del Sud, su invito dell'Istituto Italiano di Cultura di Seoul, con una conferenza e con la proiezione di filmati. Al Teatro Mercadante l'opera compie il suo prossimo passo".    
"Dirty John": un crime show che cavalca l'onda di "You"
Marzo 04
Reduci dal lancio sulla piattaforma di Netflix della serie TV You, vero e proprio esperimento di un genere, come quello del crime, a volte difficile da interpretare e trattare, arriviamo al debutto di una seconda miniserie di otto episodi, tratta questa volta da una storia vera: l'inchiesta condotta dal giornalista Christopher Goffard per il Los Angeles Times che racconta, in sei parti, la storia di un amore apparentemente ideale che, in un secondo, si trasforma in un incubo fatto di menzogne, violenza, truffe e persecuzione. I protagonisti di questa inquietante vicenda (che interpretano i loro rispettivi quanto reali personaggi), sono Debra Newell, interpretata dall'attrice Connie Britton, e John Meehan, interpretato dall'attore Eric Bana. Debra è una famosa interior designer di Los Angeles, estremamente infelice in amore con ben quattro matrimoni fallimentari alle spalle. Nonostante la sfortuna, la donna non si lascia abbattere e crede ancora che il grande amore della vita, quello che fa battere il cuore, che ti toglie il respiro, esista ancora da qualche parte, e che magari stia aspettando proprio lei. Sarà proprio questo suo punto debole a farla cadere nella trappola dell'attraente e ambiguo John, che in realtà di ambiguo avrà ben poco, tanto che mostrerà molto presto la sua natura: quella di un sociopatico, aggressivo e possessivo che renderà impossibile la vita della donna.     Un uomo talmente affascinante e carismatico, Meehan, da riuscire a conquistare il cuore di Debra nell'arco di soli due mesi: si dimostra interessato a lei e alla sua vita, la fa sentire importante (forse anche troppo), passando immediatamente da conoscenti ingrovigliati in una frequentazione a convivere in una immensa casa a Newport Beach. La congiunzione tra Dirty John e il fenomeno dell'altra serie di stampo thriller-crime You è evidente: i due protagonisti si conoscono online attraverso un social network e Debra ne rimane subito colpita. Sarà proprio attraverso il mondo online che l'uomo riuscirà a controllare la protagonista.   È esattamente lo specchio della nostra odierna società: la conoscenza attraverso uno strumento potente come Internet, che molto spesso ti lascia incastrato in una situazione che è esattamente il contrario di quello che apparentemente sembrava.     Le uniche convinte della non-innocenza dell'uomo sono le figlie di Debra, che fin da subito cercano di convincere la madre a retrocedere nel rapporto e ad aprire gli occhi. Iniziano le prime ricerche sull'uomo e ne verrà fuori un passato a dir poco raccapricciante.   Beh, non voglio raccontarvi altro. La serie è disponibile in piattaforma da febbraio, non vi resta che dare un'occhiata e lasciarvi trascinare nel turbine!           Link alle immagini originali: https://www.thedigitalhash.com/dirty-john-gets-a-new-trailer/https://www.netflix-news.com/articles/programmes/series/43959-dirty-john-ce-thriller-inspire-de-faits-reels-vous-fera-froid-dans-le-dos-netflix-18-02-2019/https://www.buzz.ie/entertainment/netflix-adaptation-true-crime-podcast-your-next-obsession-293494
Un assaggio di storia grazie alla Valtrend Editore
Marzo 03
  Se, un giorno lontano, i posteri guarderanno gli attuali programmi televisivi penseranno che la nostra epoca era ossessionata dal cibo. Infatti oggi il piccolo schermo è invaso da persone che non fanno altro che cucinare, dare ricette per qualsiasi tipo di pietanza per poi, soddisfatte, leccarsi le dita. Ma il teatrino risulta arricchito anche da personaggi eccentrici con tanto di camice bianco, con braccia al sen conserte e sguardo altero: gli chef. Si muovono come se fossero Dei scesi sulla terra per redarguire quei malcapitati che, poveretti, sbagliano dosi o tempi di cottura. Insomma un delirio gastronomico che invade non solo la TV, ma anche giornali e libri! Ma per fortuna c'è qualcuno, non posseduto dal demone culinario, che ha volto lo sguardo sì verso il cibo, ma dal punto di vista storico, come parte integrante della nostra cultura: uno sguardo al passato che spiega il perché del nostro presente.   La Valtrend Editore che da sempre, in maniera leggera si occupa di divulgare le nostre tradizioni,ha pubblicato nel 2017 Da Apicio a… scapece, un tuffo nell'antica Roma per capire come il cibo rappresenti la misura che ci permette di comprendere i cambiamenti sociali che hanno sempre camminato di pari passo con la storia del cibo. Presso “La Cantina del Borgo”, lo scorso mese, a Piscinola, si è tenuta la presentazione di questo libro. L'autrice, l'archeologa Anna Abbate, ha prima parlato degli usi e dei costumi delle antiche civiltà per poi soffermarsi sulle abitudini alimentari degli antichi romani e sul fatto che l'opera più importante di gastronomia in lingua latina, il De re coquinaria, di Apicio, un ricettario tramandato per secoli fino ai giorni nostri, ci permette di sapere quali alimenti sono ancora presenti sulle nostre tavole e se sono preparati come si faceva una volta. Ma la particolarità di questa presentazione è stata dovuta al fatto che si son potute mangiare le pietanze gustate dal popolo romano, preparate proprio come si usava fare a quei tempi: passati di legumi, molti ortaggi conditi alla scapece e con vino ristretto, cavoli in pastella e tanto altro ancora. Fortunatamente è stato consentito l'uso delle posate e nel triclinium sedie e tavoli!       foto prese da: http://www.modenatoday.it/eventi/cultura/magner-bein-piatti-modenesi-origine-romana.html   e da: https://www.amazon.it/Apicio-Scapece-ricette-antiche-moderne/dp/8888623914
Manga: tutte le novità di marzo 2019
Febbraio 28
      Beastars Arriva finalmente in tutte le fumetterie un'opera di Paur Itagaki pluripremiata in Giappone grazie alla Planet Manga. Legosi è il protagonista di questa storia curiosa, vive in un mondo abitato solo da animali antropomorfi. Nonostante sia un lupo dall'aspetto temibile e sia perciò odiato da tutti, in realtà Legosi è l'opposto di quanto comunichi il suo lato esteriore. Opera molto originale non priva di suspance. In uscita il 14 marzo.   Omorai-kun Opera giovanile del maestro Go Nagai, un esperimento bizzarro ed il comico, portato in Italia dall'etichetta Hikari Edizioni, che ha voluto pubblicare opere meno importanti del maestro e riadattandole al pubblico italiano. Questa in particolare narra delle avventure di un trio curioso: il giovanissimo Omorai-kun, la bella Okomo-chan e l'anziano Koji-jii. Si tratta di un fumetto che ha fatto da apripista per alcuni personaggi che compariranno in altre opere dell'autore. In uscita il 7 marzo.     Game – Giochi di seduzione È un manga scritto e disegnato dall'autrice Mai Nishikata. Annunciato al Lucca Comics and Games 2018, arriva nelle fumetterie un'opera editata dalla Planet Manga. Si tratta di un manga più maturo, la cui protagonista è Saya, una donna in carriera che sacrifica tutta la sua vita privata per il lavoro. Una vera stacanovista! È un fumetto non privo di intrighi, ma senza troppe pretese! In uscita il 14 marzo.   I dipinti maledetti Approda in Italia, grazie alla casa editrice Star Comics, I dipinti maledetti di Hachi. Dipinti che riescono a compiere dei veri e propri miracoli solo perchè realizzati grazie al sangue della loro creatrice, Aisya. Trascorre la sua vita insieme ad un amico, Loki. Ma quando Aisya subirà un'aggressione, Loki scopre di essere anch'egli il personaggio di un dipinto. Aisya gli affiderà un'importante compito: distruggere i quadri che ha realizzato. Riuscirà Loki a portare a termine questa missione? In uscita il 27 marzo.     L'innominabile sorella Il protagonista di questa storia si chiama Yuu ed è un orfano trascurato e maltrattato dall'unica famiglia che gli è rimasta dopo la morte dei genitori. Nella tenuta lasciatagli da uno zio fa uno strano incontro con un demone di nome Chiyo. Pronti a leggere le avventure/disavventure di Yuu? In uscita il 27 marzo.     Link alle immagini: https://hako.re/forum/threads/omorai-kun-jap-raw.28966/ - https://anime.icrewplay.com/beastars-sta-arrivando-primo-dicembre-2018/ - http://www.cdjapan.co.jp/product/NEOBK-2000069 - https://www.alilibri.it/scheda.php?id=8822612876&dsc=i-dipinti-maledetti-n-1 - https://www.libroco.it/dl/Pochi-Iida/Edizioni-Star-Comics-s.r.l/9788822612830/L-innominabile-sorella-Vol-1/cw957423477327770.html     
XV Giornata di Serie B Femminile
Febbraio 27
In cadetteria, pronostici rispettati con le favorite che, alla fine, hanno avuto la meglio sulle rispettive avversarie.   Iniziamo con il 7-0 della capolista Inter sul Genoa nell'anticipo della 15° giornata: la tripletta di Marinelli, la doppietta di Costi, e le reti di Santi e Merlo che significano 55 reti all'attivo e solo 5 quelle al passivo: numeri da capogiro per le neroazzurre di De La Fuente ad un passo alla promozione in massima serie. L'Empoli di Pistolesi, si conferma seconda forza del campionato, calando un tris all'ostico Lady Granata Cittadella (3-0): Papaleo e Prugna nella prima frazione, Boglioni nella ripresa a legittimare la seconda piazza per le toscane.   La terza piazza appartiene al Ravenna di Piras che regola l'Arezzo con una rete per tempo: Filippi nella prima frazione, Cimatti nella ripresa. Quarto posto in coabitazione per Roma Calcio Femminile e Fortitudo Mozzecane: le giallorosse di Colantuoni, nel derby, stendono la Roma Decimoquarto XIV di Gagliardi con uno 0-7 senz'appello, firmato dalla doppietta di Conte e Filippi, Kovacevic, Felgendreher e l'autogol di Verro; mentre la Fortitudo Mozzecane, già vittoriosa all'andata, vince anche il ritorno, in rimonta contro il Cesena (terza sconfitta consecutiva) che era andato in vantaggio con Porcarelli, per poi subire la rimonta veronese con Peretti e la doppietta di Gelmetti (3-1). Infine, in chiave salvezza, la Lazio Women di Tesse inguaia il Milan Ladies (2-1): accade tutto nel finale di gara, con le rossonere di mister Reggiani (seconda sconfitta di fila) in vantaggio con Brambilla, per poi subire la rimonta delle biancocelesti, firmata da due penalty di Palombi e Coletta.   Sosta di un mese, con il campionato che riprenderà con il derby tra Roma C.F. e Lazio Women e l'Inter di scena a Cesena.           LInk all'immagine originale: https://www.inter.it/it/news/92305/femminile-inter-genoa-7-0
Convegno Internazionale alla Parthenope "Uguaglianza, discriminazioni e identità di genere tra lingue, dati e rappresentazioni"
Febbraio 25
Si terrà il 28 febbraio e proseguirà il 1 marzo, presso l’Università degli Studi di Napoli ‘Parthenope’, il Convegno Internazionale e Interdisciplinare dal titolo “Uguaglianza, discriminazioni e identità di genere tra lingue, dati e rappresentazioni”. Il simposio è promosso da Antonio Garofalo, Direttore del Dipartimento di Studi Economici e Giuridici e da Massimiliano Agovino, docente di politica economica e vede la partecipazione anche del dottorato in ‘Eurolinguaggi e terminologie Specialistiche’, coordinato da Carolina Diglio, docente di lingua e letteratura francese presso lo stesso ateneo.     Articolato su due giornate, il convegno, che vedrà la partecipazione di accademici di chiara fama e studiosi del settore, ha l’obiettivo di analizzare, da un punto di vista linguistico, economico e storico-culturale e, nello specifico attraverso la francesistica, l’anglistica, l’econometria e la storia della cultura contemporanea, le questioni di genere, le pari opportunità, le sessualità e la discriminazione delle persone con particolare riguardo alla popolazione LGBT+ in Italia, nei paesi francofoni e nei paesi anglofoni.     Questo incontro potrà rappresentare un atto di sensibilizzazione verso problematiche discriminatorie nonchè intende promuovere e sostenere la ricerca e la didattica sugli studi del settore, promuovendo rapporti di collaborazione interatenei sulle aree di competenza. In apertura, i saluti del Rettore Alberto Carotenuto, di Antonio Garofalo, Direttore del Dipartimento di Studi Economici e Giuridici e di Rosaria Giampetraglia, Presidente del Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni.   Il convegno, che ha ottenuto il label scientifico dell’Università Italo Francese, è patrocinato dal progetto R&I Peers Horizon 2020 nonché in collaborazione con l’Ogepo, Osservatorio interdipartimentale per la diffusione degli studi di Genere e la cultura delle Pari Opportunità, l’I-LanD Research Centre, il Groupe Genre.S de l’Università di Mons, il Centro di Ricerca in Linguistica francese “Grammatica” dell’Università di Artois, la S.I.de.F - Società italiana dei francesisti, il Contamination Lab Parthenope e l’Istituto Isabella d’Este Caracciolo,  e costituisce un importante momento di riflessione per studenti e docenti di ogni ordine e grado.
#unasettimanadioscar +1: i vincitori degli Academy Awards 2019
Febbraio 25
Eccoci arrivati all’ultimo articolo della nostra “settimana di Oscar”. Siete riusciti a restar svegli tutta la notte per assistere alla cerimonia?   Per chi dormiva e per chi era sveglio, ma vuole un ripasso, ecco la lista dei candidati di questa 91esima edizione degli Academy Awards con in bold i vincitori di ogni categoria. A seguire troverete anche qualche succosa curiosità sulla serata!     Miglior film A Star is Born BlacKkKlansman Black Panther Bohemian Rhapsody La favorita Green Book Roma Vice   Miglior regia Adam McKay, Vice Alfonso Cuarón, Roma Pawel Pawlikowski, Cold War Spike Lee, BlacKkKlansman Yorgos Lanthimos, La favorita   Miglior attore protagonista Bradley Cooper, A Star Is Born Christian Bale, Vice Rami Malek, Bohemian Rhapsody Viggo Mortensen, Green Book Willem Dafoe, Sulla soglia dell’eternità   Miglior attrice protagonista Glenn Close, The Wife Lady Gaga, A Star Is Born Melissa McCarthy, Can You Ever Forgive Me? Olivia Colman, La favorita Yalitza Aparicio, Roma   Miglior attore non protagonista Adam Driver, BlacKkKlansmanMahershala Ali, Green BookRichard E. Grant, Can You Ever Forgive Me?Sam Elliott, A Star Is BornSam Rockwell, Vice   Miglior attrice non protagonista Amy Adams, ViceEmma Stone, La favoritaRegina King, Se la strada potesse parlareRachel Weisz, La favoritaMarina de Tavira, Roma   Miglior film d’animazione Gli Incredibili 2 Isola dei Cani Mirai Ralph Spacca Internet Spider-Man: Into the Spider-Verse   Miglior documentario Free Solo Hale County this morning, this evening Minding the gap Of fathers and sons RBG   Miglior film straniero Germania, Never Look Away Giappone, Shoplifters Libano, Capernaum Messico, Roma Polonia, Cold War   Miglior sceneggiatura originale First Reformed Green Book La favorita Roma Vice   Miglior cortometraggio documentario Black Sheep End Game Lifeboat A night at the garden Period. End of sentence   Miglior canzone “All The Stars”, Black Panther “I’ll Fight”, RBG “Shallow”, A Star is Born “The Place Where Lost Things Go”, Il ritorno di Mary Poppins “When A Cowboy Trades His Spurs For Wings”, La ballata di Buster Scruggs   Miglior sceneggiatura non originale Spike Lee, BlacKkKlansman Joel e Ethan Coen, La ballata di Buster Scruggs Nicole Holofcener e Jeff Witty, Can you ever forgive me? Barry Jenkins, Se la strada potesse parlare Eric Roth, Bradley Cooper, Will Fetters, A Star is born   Miglior trucco e acconciature Border Maria Regina di Scozia Vice   Migliore scenografia Black Panther La favorita First Man Il ritorno di Mary Poppins Roma   Miglior effetti speciali Avengers: Infinity War Cristopher Robin First Man Ready Player One Solo: A Star Wars Story   Miglior fotografia Cold War La favorita Never look away Roma A Star is Born   Migliori costumi La ballata di Buster Scruggs Black Panther La Favorita Il ritorno di Mary Poppins Maria Regina di Scozia   Miglior montaggio BlacKkKlansman Bohemian Rhapsody Green Book La favorita Vice   Miglior colonna sonora originale Black Panther BlacKkKlansman Se la strada potesse parlare L’isola dei cani Il ritorno di Mary Poppins   Miglior cortometraggio di animazione Animal Behaviour Bao Late Afternoon One small step Weekends   Miglior cortometraggio Detainment Fauve Mother Marguerite Skin   Miglior sonoro (“sound editing”) Black Panther Bohemian Rhapsody First Man A quiet place Roma   Miglior montaggio sonoro (“sound mixing”) Black Panther A Star is Born Bohemian Rhapsody First Man Roma   Standing Ovation La 91esima edizione degli Oscar si è aperta con la performance dei Queen, accompagnati dalla voce di Adam Lambert che dal 2012 affianca Bryan May e Roger Taylor nei loro concerti (mancava il bassista John Deacon che nel 1997 si è ritirato dal mondo della musica). Due le hit della band che hanno fatto scatenare gli ospiti del Dolby Theatre: We Will Rock You e We Are the Champions. Adam Lambert non all’altezza, ma nessuno lo sarebbe. L’esibizione si è conclusa con la comparsa dell’immagine di Freddie Mercury sul maxi schermo alle spalle del gruppo, da cui è scaturita la standig ovation del pubblico.   Momenti magici Quello tra Lady Gaga e Bradley Cooper è stato il momento più atteso della serata. Partono le note di Shallow e Lady Gaga e Bradley Cooper salgono sul palco direttamente dal pubblico. Negli ultimi giorni la coppia protagonista di A star is born ha fatto molto parlare di sé: secondo alcune indiscrezioni Lady Gaga potrebbe aver annullato le nozze con Christian Carino per una segreta infatuazione per Bradley.   Remi Malek innamorato Remi Malek vince il premo come migliore attore protagonista e stampa un bel bacio a Lucy Boynton, sua co-star in Bohemian Rhapsody. I due, infatti, fanno ora coppia fissa nella vita reale.   Olivia Colman non era “La Favorita” È stata una vittoria inaspettata, perché per la Colman era la prima nomination in carriera, e perché ci si aspettava la vittoria di Glenn Close, che ha ricevuto sette nomination agli Oscar ma non ha mai vinto (è l’attrice vivente che ne ha ricevute di più senza vincere mai).   Un po’ di Italia agli Oscar 2019 Nel gruppo di lavoro di Spider-Man: un nuovo universo, che ha vinto la statuetta per il miglior film di animazione c'è infatti la disegnatrice Sara Pichelli. È lei, artista di Porto Sant'Elpidio, classe 1983, la creatrice del protagonista.         link immagine: https://l43.cdn-news30.it/blobs/variants/1/c/7/b/1c7b8a80-77cd-4141-a3b1-259202af43d6_large.jpg?_636866710387198625
Karl Lagerfeld: una vita tra moda e fotografia
Febbraio 24
Il mondo della moda qualche giorno fa è stato investito dall’improvvisa scomparsa di uno dei suoi pilastri: Karl Otto Lagerfeld. Stilista, fotografo, esteta e icona di stile, nato ad Amburgo, da sempre il suo nome ha rappresentato indipendenza creativa e ispirazione per molti. La sua carriera nella moda inizia nel 1955, dopo aver vinto un concorso con un cappotto da lui realizzato. Poco dopo il risultato si ripete in una seconda competizione sponsorizzata dalla Maison di Yves Saint Laurent. Un’anima d’artista quella di Lagerfeld, che negli anni ha raccolto collaborazioni di spessore: art director insieme a Silvia Venturini Fendi, dell’ omonima casa di moda e della inestimabile francese Chanel, oltre, ovviamente, ad aver creato una linea tutta sua. Soprannominato da tutti “Kaiser Karl”, per la potenza che lo contraddistingueva in ambito stilistico, è riuscito ad andare oltre l’idea di stilista, oltre l’idea del buon gusto, oltre i limiti del suo stesso lavoro. “Sono una persona alla moda, e la moda non riguarda solo gli abiti, ma ogni genere di cambiamento”, ed è proprio questo che Lagerfeld ha portato nell’universo così moderno in cui viviamo: cambiamento. La passione per la fotografia, che da sempre l’ha contraddistinto, lo ha portato molto spesso a scattare personalmente le campagne pubblicitarie delle case di moda da lui dirette. “Amo considerarmi un ‘freelance’. Questa parola è l’unione di ‘free’, libero, come ho sempre voluto essere, e ‘lance’, che ricorda la parola francese ‘lancè’, com’era definita un tempo un’ambita cortigiana. Io mi sento così, libero e mercenario”. Una vita fatta di libertà, quella dello stilista e che ha sempre rappresentato il suo stile di vita. Fervido sostenitore del seguire i propri sogni ad ogni costo. Ma il vero amore della sua vita era la sua gatta Choupette, che Lagerfeld si divertiva a ritrarre in ogni sua posa. “Io non potrei mai lavorare, soprattutto leggere, se non fossi completamente solo. Detesto la vita di tipo coniugale e ho un solo grande amore, la mia gattina Choupette: è una presenza meravigliosa, morbida, sfuggente, soprattutto silenziosa”. Ma definire Lagerfeld semplicisticamente uno stilista risulterebbe riduttivo: Karl rappresenta sicuramente uno dei più grandi e indimenticabili interpreti della moda del secolo odierno.
#unasettimanadioscar -0: regole di sopravvivenza per la lunga Notte degli Oscar!
Febbraio 24
Ora manca davvero poco all’inizio della cerimonia… avete tutto ciò che occorre?   Ecco un programma ad hoc per non perdersi neanche un minuto della Notte degli Oscar.   Come abbiamo già detto negli articoli precedenti, gli Academy Awards inizieranno stasera intorno alle 21 negli Stati Uniti, ma in Italia saranno circa le due di notte! Quindi ecco come vi consigliamo di agire.     Fate una cena leggera intorno alle 20. Mettete un po’ di burro in padella, preparate i chicchi di mais e mettete una coca-cola in freezer. Alle 21 schiacciate un pisolino sul divano, premurandovi di puntare una sveglia alle due meno cinque (mezzanotte per i più audaci, che non vogliono perdersi neanche la mitica sfilata sul red carpet!). Accendete la fiamma sotto il burro, buttate dentro i chicchi di mais, tirate fuori la coca-cola dal freezer. Quando sentirete la padella scoppietare è il momento di mettere i pop corn in una ciotola, trovare una buona posizione sul divano davanti alla TV e godersi lo spettacolo!   Dove? Su SkyCinema, SkyUno e TV8.                     link immagini: http://oubliettemagazine.com/wp-content/uploads/Oscar-2019-1-2.jpg http://lolwat.me/_preview_videos/preview1298.jpg     
Flat Earth: i terrapiattisti invadono Netflix!
Febbraio 23
Già nel VI secolo a.C. nella saggia Grecia si discuteva sulla sfericità della Terra. Ma come disse un mio professore “l’ovvio non è mai ovvio”. E infatti sta ritornando nuovamente in auge e in modo prepotente la convinzione che la Terra sia piatta. Si, avete letto bene. La Terra sarebbe piatta. È questo quello che sostengono i membri di un movimento sempre più numeroso: i terrapiattisti. Pare che anche delle celebrità iniziano a credere che la sfericità della Terra sia una balla. Vi starete chiedendo com’è possibile che ci siano persone, nel 2019, che credono che la Terra sia piatta. E i viaggi spaziali? E la quantità abnorme di trattati di astronomia, astrofisica e chi più ne ha più ne metta? Tutte menzogne, secondo i terrapiattisti, sostenitori dell’esistenza di un complotto internazionale. L’imperativo diventa quindi indagare. I terrapiattisti indagano sul complotto, noi indagheremo su di loro. Si, perché Netflix ci propone un docufilm dedicato a questi scienziati alternativi: La Terra è piatta (titolo originale Behind the curve). Novantasei minuti diretti da Daniel J. Clark e udibili solo in inglese, lingua originale (ma con la possibilità di inserire i sottotitoli in italiano), che ci permettono di inoltrarci nelle vite di alcuni dei maggiori esponenti del movimento, come Mark Sargent, vero guru, e Patricia Steere, terrapiattista youtuber. Personaggi tanto amati dai seguaci, quanto bistrattati: c’è chi crede che siano agenti governativi sotto copertura, chi li ritiene rettiliani, chi li odia e basta. Eh si, perché anche tra i terrapiattisti non c’è totale accordo, ma vi sono delle fazioni interne: ok, la Terra è piatta, ma che ne è del cielo soprastante? È una cupola? Il mondo è tutto un set hollywoodiano? Per ora ciò che conta è difendersi dalle calunnie della scienza ufficiale e permettere al movimento di sopravvivere e di espandersi, coinvolgendo un sempre maggior numero di persone. A questo servono infatti le convention internazionali che i terrapiattisti stanno iniziando a organizzare, partendo dall’America. Ne faranno una anche alla Mostra d’Oltremare? Link alle foto: https://www.netflixlovers.it/catalogo-netflix-italia/81015076/la-terra-e-piatta https://www.wired.it/scienza/spazio/2017/12/06/terra-non-piatta-razzo/
#unasettimanadioscar -1: una Notte degli Oscar un po' diversa...
Febbraio 23
Vi avevamo preannunciato una novità per questi Academy Awards e infatti qualcosa di inusuale c’è: quest’anno sul palco del Dolby Theatre non ci saranno presentatori!   Come in ogni edizione, personaggi del mondo dello spettacolo si alterneranno sul palco per annunciare i vincitori, ma non ci sarà un maestro di cerimonie a tenere unita la scena.   In realtà, la mancanza di un presentatore alla cerimonia degli Academy non è proprio una novità. Era già successo in passato che non ci fosse un presentatore la notte degli Oscar. Precisamente nelle edizioni del ’42, ’48, ’69, ’70, ’71 e ’89. E dopo trent’anni, per questa 91esima edizione degli Academy Award, di nuovo non ci sarà un presentatore.     Il motivo è presto detto: una polemica che coinvolge Kevin Hart e alcune scomode dichiarazioni. L’attore, comico e produttore cinematografico statunitense era infatti stato scelto come conduttore degli Oscar 2019, ma a seguito di alcune dichiarazioni omofobe, l’Academy a deciso di sollevarlo dall’incarico. Nonostante Hart abbia porto le sue pubbliche scuse più di una volta – anche durante la trasmissione di Ellen DeGeneres – la polemica non si è estinta. E il risultato sarà una cerimonia… autogestita!           link immagini: http://oubliettemagazine.com/wp-content/uploads/Oscar-2019-1-2.jpg https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/b/ba/Kevin_Hart_2014.jpg/220px-Kevin_Hart_2014.jpg   

The Passage: Ridley Scott produce vampiri...ma dove sono?

Domenica, 03 Febbraio 2019 10:06 Pubblicato in Serie Tv

Il ciclone "Stranger Things"

Mercoledì, 15 Novembre 2017 09:36 Pubblicato in Serie Tv

Gothic Netflix: arriva "Crimson Peak"!

Sabato, 30 Settembre 2017 00:00 Pubblicato in Nessuna delle precedenti

Venerdì 17 - L'Horror oltre la siepe

Venerdì, 17 Marzo 2017 09:24 Pubblicato in Il lato oscuro di internet

"Black Mirror": il ritorno di Charlie Brokeer

Giovedì, 27 Ottobre 2016 00:00 Pubblicato in Serie Tv

Paolo Di Orazio, tra libri e musica

Giovedì, 29 Settembre 2016 00:00 Pubblicato in Libri

ANTEPRIMA - Blair Witch: Tanto rumore per nulla

Venerdì, 16 Settembre 2016 00:00 Pubblicato in Cinema

Anteprime estive: Paradise Beach - dentro l'incubo

Venerdì, 19 Agosto 2016 00:00 Pubblicato in Cinema

"Outcast": l'horror di garanzia by Kirkman

Lunedì, 23 Maggio 2016 06:23 Pubblicato in Serie Tv
Pagina 1 di 5

Nerd Zone

Biblioteca

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.