Agorà

Agorà (457)

Un simpatico ex ministro, rimasto nel “cuore” degli italiani, invitava i giovani a non essere troppo choosy (schizzinosi) e ad accettare qualunque lavoro venisse loro offerto. Ma il ministro, dall'alto del suo posto in paradiso, non si rendeva conto che non sono i giovani ad essere choosy, ma sono i…
"La fortuna aiuta i prodi; dirigiti sulla dimora di Pomponiano" (Epistolarum libri, Plinio il Giovane). Pomponiano viveva a Stabiae, l’attuale Castellammare di Stabia. Stava per ricevere Plinio il Vecchio. Era il 24 agosto del 79 d.C., il Vesuvio eruttava. Lo scrittore romano si recava sul posto per assistere al drammatico…

Jorit the Facestar

Luglio 30

 

copertina jorit

 

E’ tornato in libertà Jorit Agoch. La facestar olandese-partenopea era stata arrestata  mentre lavorava  insieme ad altri due ragazzi, un italiano Salvatore Tukios e un palestinese al ritratto di  Ahmed Tamimi, l’attivista palestinese di appena 17 anni che 8 mesi fa ha  schiaffeggiato un soldato dell’ FDI (forze di difesa israeliana), per essersi introdotto illecitamente e con la forza in casa sua . Gli street artist si trovavano a Betlemme nella zona della Barriera di difesa quando sono stati tratti in arresto con l’accusa era di aver “danneggiato e imbrattato” la parete, chiamata dai locali “il muro della vergogna”, divide la Cisgiordania dai territori occupati dalle forze israeliane. Sembra strano pensare che sia stata imbrattata  dal momento in cui la parete in questione è ricoperta da murales, lo stesso Banksy due anni fa raffigurò una sua opera e per di più aprì un albergo proprio all’ombra di quella parete, cos’ha lo sguardo di un’adolescente che ha solo difeso la propria casa e la propria famiglia di cosi offensivo o pericoloso? Israele forse un giorno lo spieghera al mondo. Intanto Jorit e gli altri due ragazzi hanno riottenuto la libertà, dopo che l’ambasciata italiana e la Farnesina si sono messi all’opera ma anche il comune di Quarto si è mobilitato con un corteo per richiederne il rilascio e Napoli organizzando un sit-in di solidarietà in piazza municipio, dove ha partecipato anche il papà dell’ artista, che ha dichiarato : “Arrestato come un criminale, aiutatemi a farlo tornare in libertà”.

img1 jorit

 

La notizia della liberazione è stata diffusa e confermata proprio dalla Farnesina che ha rassicurato anche circa le sorti della ragazza liberata ieri e che ormai è divenuta il simbolo della lotta palestinese. Ahmed reclusa insieme alla madre e alle altre donne che hanno portato avanti le proteste, ha rilasciato una dichiarazione proprio di fronte alla casa di una vittima dell FDI «Le altre prigioniere sono forti, ringrazio chi mi ha sostenuto mentre io stessa ero incarcerata. La resistenza continuerà finché l’occupazione non sarà stata rimossa».

 

img 2 jorit

 

La notizia dell’arresto di Jorit e gli altri due ragazzi era stata diffusa proprio dall’artista che con un appello su facebook ha fatto subito circolare l’informazione, il post che ritrae di spalle un soldato recita : “We are in arrest in betlemme from israeli army Who can help us please do it” ( siamo in arresto a Betlemme da parte delle forze armate israeliane, chi può aiutarci, per favore lo faccia). Sul profilo instagram invece è comparsa un’ immagine ben più rassicurante, uno sfondo nero dove campeggia la scritta “Free thank all of you”. (Liberi, grazie a tutti voi) nella descrizione un ringraziamento speciale al legale che li ha seguiti “Special thank Azmi Masalha advocate!” e un hastag a favore di un popolo oppresso #freepalestine

img 3 jorit

img 4 jorit

 

La prima dichiarazione dopo la scarcerazione è stata: «Sto bene, un po’ di paura c’è stata ma in fondo non è stata questa esperienza così segnante. Lo rifarei, perché va denunciato quanto accade quotidianamente nei territori occupati da Israele che sta spezzettando la Cisgiordania per impedire la nascita dello Stato di Palestina. Il mio era un modo per far conoscere il più possibile la realtà delle cose. Mentre noi occidentali siamo stati sì arrestati ma poi liberati, ogni giorno in Palestina continuano a morire persone e quanto accade agli arabi di quei posti è qualcosa di indicibile».

Altaroma GiugnoLuglio 2018

Luglio 04

Si è conclusa l’1 Luglio l’edizione estiva della manifestazione Altaroma 2018 (cominciata il 28 Giugno), un evento organizzato per la Fashion Week romana nei set e teatri degli Studios di Cinecittà.

La manifestazione ha ospitato nella capitale grandi nomi del campo della moda, cominciando dallo stilista Renato Balestra, che, con l’eleganza che contraddistingue i suoi capi e la location sul set dell’antica Roma a dir poco meravigliosa, ha incantato tutti. La collezione Haute Couture di Balestra, ricca di colori e lustrini, è riuscita a far brillare gli occhi a tutti gli ospiti presenti. Neanche la pioggia è riuscita a fermare il grande show, anzi, al contrario, ha reso lo spettacolo ancora più emozionante e carico di entusiasmo collettivo. Insomma, un grandissimo successo!

Img 01


Img 02


Dal canto suo, lo stilista Sylvio Giardina, che ha puntato tutto sull’oscurità della location, ha ammaliato con i suoi abiti dai colori sgargianti.

Capo di punta un abito da sposa semplice nelle linee, ma che allo stesso tempo appare elaborato nella composizione dell’ampia gonna. Le scarpe indossate dalle modelle in passerella, opera di Gianluca Peverada, hanno riscosso notevole successo, apparendo comode e sempre adeguate ad ogni abito.


Img 03


Img 04


Img 05


Arriviamo alla stilista Marianna Cimini, che con la sua collezione “Feeling colors” è riuscita a mostrare l’anima delle sue creazioni. Le tonalità usate per gli abiti hanno colpito nel segno e la scelta stilistica dei fumogeni a sfilata conclusa, per mettere al centro della scena l’idea che ruota attorno alla collezione, ovvero il colore, ha suscitato moltissime reazioni positive negli spettatori, i quali hanno mostrato il loro apprezzamento con fragorosi applausi finali.


Img 06

Img 07


Img 08


Img 09


Hanno inoltre sfilato a Cinecittà i finalisti della 14° edizione di “Who Is On Next?”, i quali si sono dati filo da torcere per tutta la manifestazione. Eccezionali tutte le collezioni presentate, ma a trionfare nella sezione abbigliamento è MRZ by Simona Marziali. Qualità, dettagli e un’italianità in chiave internazionale sono le caratteristiche principali della collezione di MRZ; una collezione dove gli elementi sportwear si incontrano perfettamente con una classica linea sartoriale vecchio stampo che l’hanno portata inevitabilmente alla vittoria.

Non resta quindi che augurarle un grosso in bocca al lupo per il futuro!


Img 10


Img 11


Img 12


Img 13


Img 14

Per tutte le altre foto dell'evento correte sulla pagina facebook di MYGENERATION cliccando qui!

Sono stati gli americani. No, sono stati i russi. No, è stata la CIA. No, è stato Kim Jong-un... No, a creare il caos è stato Zuckerberg!I burocrati hanno scoperto finalmente l'uovo di Colombo: i nostri dati personali, messi su Internet, vengono manipolati e utilizzati, quando tutto va bene, per…
Nei giorni scorsi è venuto alla luce un fatto sconcertante circa le affermazioni di una professoressa di storia e filosofia di un istituto superiore. La notizia rimbalzata su tutti gli organi di informazione, persino in prima serata sulle reti nazionali, riguarda una ferita aperta, troppo spesso presente nella cronaca italiana,…

L'Ultimo Tappeto Rosso

Novembre 05

 

 

 

Siamo arrivati al girone finale di questa 12esima edizione della Festa del Cinema di Roma 2017 e ospiti di questa giornata sono nomi di non poco rilievo. La mattinata comincia con uno splendido Orlando Bloom, che si presenta al pubblico in grandissima forma indossando un aderente completo nero che dà uno stile impeccabile alla sua figura. Cordiale con i fotografi e soprattutto affettuoso con i fan, si presta all'obiettivo in tutta la sua raffinatezza e semplicità. Barba un po' incolta e sguardo magnetico hanno sicuramente attirato l'attenzione di tutti e perché no, ci hanno fatto anche un po' "rifare gli occhi".

 

IMG 01 copia copia copia copia

 

In serata, il premio alla carriera David Lynch, si mostra di una eleganza che è propria del suo stile. Anche lui, sceglie la tradizionalità: un completo nero (che come sappiamo è sempre la scelta più appropriata per occasioni come queste). Nella sua estrema compostezza, Lynch, ha dimostrato ancora una volta, che spesso, la serietà non è sintomo di durezza con il prossimo, ma solo di grandissima professionalità.

 

IMG 02 copia copia copia copia

 

Infine, abbiamo avuto ospiti di questa decima giornata il "numeroso" cast del nuovo film di Paolo Genovese "THE PLACE".
L'attrice Vittoria Puccini, sceglie per la serata un completo Armani di ciniglia, molto mascolino ma allo stesso tempo femminile e sexy, un outfit che le cade a pennello sul fisico snello. I capelli sono raccolti in una coda di cavallo, mostrando al pubblico i lineamenti naturali del suo viso, incorniciando i suoi bellissimi occhi verdi.

 

IMG 03 copia copia copia

 

Passiamo poi alla "nostrana" Sabrina Ferilli, che preferisce invece un abito lungo bianco con merletti e pizzi. Sorriso sempre pronto per l'obiettivo e massima semplicità sono i punti di forza dell'attrice, che non manca mai di battute simpatiche e facce buffe. Insomma, chi è "de Roma" si nota!

 

IMG 04 copia copia copia copia

 

Arriviamo al celebre Alessandro Borghi, che a quanto pare si diverte con i suoi capelli, mostrando come qualche tempo fa, una folta chioma. L'attore indossa un completo Gucci a pois che sicuramente non passa inosservato. Borghi è riuscito a coinvolgere tutti con il suo modo di fare "giocoso" e ha chiuso questa ultima giornata nel modo che meglio gli si addice: RIDENDO!

 

IMG 05 copia copia

 

Foto dell' autrice.

“SportCarpet”

Novembre 05

 

 

In questa nona giornata di Roma Cinema Fest la fa da padrone il mondo dello sport, proprio in corrispondenza dell' uscita nelle sale del film Borg McEnroe. Troviamo in questa serata uno splendido nuotatore azzurro, Filippo Magnini, che, anche se un po' disorientato, si mostra sempre cortese e ben disposto. Magnini per l'occasione ha scelto una semplice, ma curata, camicia bianca con pantalone nero classico annesso, e cinta nera borchiata che circonda il giro vita.

 

IMG 01 copia copia copia

Troviamo poi in splendida forma, l'ex tennista italiano Adriano Panatta, che senza esitare, si diverte con i fotografi mostrando la felpa del film in uscita. Panatta, sempre impeccabile, indossa, andando sul sicuro, un completo nero che non passa mai di moda. Si vede che agli uomini piace vincere facile le partite della vita!

 

IMG 02 copia copia copia

 

Seguìta sul tappeto rosso Irene Maiorino, che opta invece per un abito molto stravagante: maniche trasparenti con strane forme geometriche nella parte superiore e classicità nella parte inferiore. Insomma, un mix di tradizione e modernità. I capelli, raccolti in un leggero chignon, incorniciano perfettamente le linee del suo viso e le danno un'aria sbarazzina gradevole.

 

IMG 03 copia copia

 

Infine chiudiamo il quadro della giornata, con la meravigliosa Martina Pinto, che sceglie tutto meno che il sobrio, difatti la troviamo in un abito argentato, con fascia nera che le copre l'intero fianco sinistro. Le scarpe, anch' esse nere che riprendono perfettamente la fasciatura nera del vestito, sono la particolarità dell'intero dell'outfit. La Pinto, in ogni modo si presenta sempre molto carina, innocente e genuina nei suoi modi di fare.

 

IMG 04 copia copia copia

Foto dell' autrice

“L’eleganza è un’arte”

Novembre 03

 

 

Tra gli ospiti che hanno calcato il tappeto rosso in questa ottava giornata di Roma Cinema Fest 2017, assolutamente da menzionare la presenza di Michael Shannon, che con il suo assoluto garbo e compostezza ha saputo regalarci non poche emozioni. Shannon si è presentato sul Red Carpet con un bellissimo completo blu oceano e cravatta a pois bianchi, scelta della cravatta molto apprezzata dal pubblico, poiché spezza la serietà dell' intero outfit. Lo accompagna la splendida moglie Kate Arrington, che sfoggia un fantastico sorriso regalando bellissime inquadrature ai fotografi.

IMG 01 copia copia


IMG 02 copia copia

 

Segue la superlativa Vanessa Redgrave, che, anche se inizialmente restìa a farsi fotografare, alla fine si lascia trasportare dal contesto. La Redgrave si presenta con molta semplicità nell' abbigliamento: pantalone e maglia nera, ai quali abbina un paio di stivaletti UGG alti sempre di color nero. Sembra dissolvere un po' tutta questa oscurità, un giacchetto bianco candido che ricade fino al fianco. Non azzardato l'outfit, ma abbondanti i gioielli.

 

IMG 03 copia

 

Anche l'attrice Francesca Valtorta ha certamente fatto  parlare di sé, presentandosi con un abito firmato Chi-Glo molto particolare. La parte superiore in ciniglia, si accoppia perfettamente alla parte inferiore: una lunga e larga gonna nera che nell' aprirsi diventa un abito a dir poco principesco. Il make-up leggero lascia molto spazio all' acconciatura, tenuta lateralmente sulla fronte che incorniciando il viso, dona un tocco di mistero.

 

IMG 04 copia copia

 

L' ottava giornata si conclude con la bellissima ex Miss Italia Alice Sabatini, la quale indossa un abito rosso fuoco dello stilista Franco Ciambella. Inizialmente, l' audacia nello scegliere il colore dell' abito avrebbe potuto rivelarsi rischiosa, alla fine invece è risultata vincente. Pezzo forte del vestito, la vertiginosa scollatura "a goccia d'acqua" che ha non poco attirato l' attenzione.
In ogni modo la Sabatini nella sua semplicità e docezza, è riuscita a conquistare la scena in maniera ineccepibile.

 

IMG 05 copia

 

Foto dell'autrice.

 

“Carpet stellari”

Novembre 02

 

Siamo giunti a questa settima giornata del Roma Cinema Fest 2017 e danno il via alla sfilata dei carpet le sempre presenti Laura e Silvia Squizzato, che indossano ambedue un abito della stilista brasiliana Aline Oliveira. L'una più "coperta" (grazie ad una pelliccia corta che ricopre l'intera scollatura, (la quale si presume sia di pizzo), l'altra meno castigata prepotentemente mette in mostra la scollatura mozzafiato. Danno entrambe ad ogni modo un tocco di allegria al tappeto rosso sfoggiando sorrisi smaglianti e pronti agli obiettivi dei fotografi.

 

IMG 01 copia

 

La bellissima Beatrice Arnera, invece, durante il carpet del film "Addio fottuti musi verdi" dei The Jackal, indossa un completo molto semplice, ma efficace, di Atelier Emè. Sul tradizionale completo, l'Arnera cerca in qualche modo di dare quel velo di modernità, indossando un top nero sottostante la giacca. La scelta di non tenere i capelli sciolti e il pochissimo trucco, rendono il tutto molto armonioso e soprattutto consono all'occasione.

IMG 02 copia

Arriviamo alla bellissima Mariana Rodriguez che sfoggia orgogliosa un abito lungo dove la trasparenza la fa da padrona. Il vestito, interamente ricamato, ha la sua particolarità nella parte superiore, dove il colletto alla scolaretta da un tocco di originalità.
Il trucco è inesistente, perché di certo la Rodriguez non ha bisogno di accentuarlo per far notare la sua estrema bellezza.

IMG 03

 

Chiudiamo il cerchio di star della giornata con il favoloso Ian McKellen che appare sul Red Carpet in una mise super glamour. Il completo beige si intona perfettamente con il colore della sua carnagione e la pashmina verde e gialla richiama efficacemente le scarpe, che lui prontamente tiene a far vedere ai fotografi, in quanto lateralmente tutte ricamate e ricche di particolari, come ad esempio il ricamo delle note musicali.
Un uomo di altri tempi che con il suo garbo ha conquistato tutti, grandi e piccoli.

IMG 04 copia

foto dell' autrice

 

Pagina 1 di 29

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.