Nerd zone

Nerd zone (920)

La Seconda Guerra Mondiale si è conclusa da più di settant’anni, ma ancora fa parla di sé. Oggi parliamo di Das Boot, la nuova serie prodotta da Sky Deutschland. Ha debuttato sugli schermi lo scorso venerdì, 4 gennaio, su Sky Atlantic (canale 110) e ha già battuto un record: i…
Il 2018 volge al termine e, come ogni fine anno, è il momento giusto per fare bilanci, o perlomeno per guardarsi indietro e riconsiderare i momenti belli e brutti. In questo senso, abbiamo pensato a dedicare a ciascuna lettera dell'alfabeto un momento memorabile del governo o di qualche esponente politico…
Libero arbitrio. Ognuno compie le proprie scelte secondo la sua volontà, senza imposizioni da forze esterne. E se non fosse così? Se fossimo solo marionette nelle mani di qualcun altro? È così che si sente Stefan Butler (Fionn Whitehead), adolescente problematico e con disturbi psicologici, ma forse semplicemente dotato di…
Dal 15 Ottobre, sulla piattaforma di Tim Vision, troviamo la nuova serie tv targata BBC e ideata da Phoebe Waller-Bridge, Killing Eve, con una protagonista del calibro dell’attrice Sandra Oh, (l’amata Christina Yang di Grey’s Anatomy, tanto brava da essersi meritata una candidatura agli Emmy come miglior attrice protagonista).  …

Il ciclone "Elite"

Dicembre 08
Un vero e proprio ciclone quello che ha investito la piattaforma di streaming Netflix a partire dal 5 Ottobre. Un successo senza precedenti quello incassato dalla serie tv spagnola Elite, ideata da Carlos Montero e Darìo Madrona, che in pochissime settimane dal lancio ufficiale già diviene un fenomeno di cui…
Westside, serie documentaria lanciata il 9 Novembre su Netflix (una delle piattaforme di media streaming più utilizzate al mondo) già incassa visualizzazioni da record. Non è una novità il tema del musical, si pensi ad altre pellicole di successo come: High School Musical, The Greatest Showman, Mamma Mia!, che di…

platinum end

Platinum End: Oba e Obata sono riusciti ad incassare un altro successo?

Se Death Note ha rappresentato una novità assoluta, un'opera talmente originale, da diventare un successo indicibile oltre i confini nipponici, Bakuman ha, dal suo canto, rappresentato la maturità.

Ci ha immersi con le sue tavole così comunicative nel mondo dorato e buio dei mangaka, i disegnatori di manga. Un fumetto inevitabilmente distante dalle sfaccettature dark e struggenti del suo importante predecessore. È intriso, bensì, di speranza, gioie, determinazione, amore, amicizia, sconforto e forza d'animo. Platinum End, l'ultima creatura dei Oba e Obata, fa una sorta di inversione di marcia.

 

Cosa distingue Platinum End da Death Note e Bakuman?

Una delle risposte possibili è certamente la disinibizione. Sin dal primo volume, i disegni del maestro Obata sono esplici e forti, senza filtri. Le immagini sono potenti e catapultano il lettore nella storia, riuscendo a far rivivere gli stati d'animo dei personaggi. Ma se da un lato abbiamo disegni molto espressivi, dall'altro abbiamo la penna tagliente di Tsugumi Oba, che immerge in un turbinio di stati d'animo a tratti lugubri e deprimenti, quasi asfissianti.

 

Platinum End è un manga deciso e discordante, rientra in quella categoria di opere che non si può imparare ad amare, o lo si fa da subito o non lo si farà mai.

 

Link all'immagine: http://www.mangeeka.com/voirActu/350/manga/kaze-devoile-la-couverture-francaise-de-platinum-end-un-succes-d-ores-et-deja-annonce/http://www.mangeeka.com/voirActu/350/manga/kaze-devoile-la-couverture-francaise-de-platinum-end-un-succes-d-ores-et-deja-annonce/

“Viviamo in un acquario, ma sogniamo il mare. Per questo dobbiamo vivere una vita segreta.” Così si apre – e chiude – la nuova serie evento di Netflix, Baby, disponibile dal 30 novembre. Sei episodi ispirati allo scandalo delle baby squillo dei Parioli, a Roma, che sconvolse l’Italia nel 2013,…

Spade lucenti, cavalli al galoppo, carri stridenti, qua e là qualche schioppo. Lungo la Senna c'è ormai chi combatte, il re tentenna, ma la gente si batte...”

 

Era il 1984 quando per la prima volta in Italia fu trasmesso il primo episodio del cartone animato Il Tulipano Nero – La Stella della Senna. Serie animata nata dal soggetto di Mitsuru Kaneko, regia di Yoshiyuki Tomino e Masaki Osumi, il Character design di Akio Sugino, famoso per aver creato quelli di anime come Rocky Joe, Jenny la tennista, Occhi di Gatto e tanti altri che hanno segnato l'infanzia di molti millennials.

 

Come mai ha avuto così tanto successo?

Il successo di questa serie animata deriva dal fatto che è stata creata appositamente per cavalcare l'onda del forte interesse che ha suscitato la rivoluzione francese in Giappone, grazie alla celebre opera di Ryoko Ikeda, Lady Oscar. Soltanto in un secondo momento Mitsuru Kaneko (testo) e Asuka Morimura (disegno) hanno deciso di farne una trasposizione in manga.

 

Curiosità sul manga La Stella della Senna.

Creato nel 1975 e mai pubblicato al di fuori del Giappone, i fans italiani hanno dovuto attendere circa 43 anni prima di poterlo leggere e non finirlo, dato che l'opera è stata lasciata incompiuta dagli autori. Originariamente il fumetto contava tredici volumi, raggruppati nel 2013 in due albi.

In Italia grazie alla casa editrice J-POP è arrivato sugli scaffali di tutte le fumetterie.

 

Link all'immagine:  https://muuseo.com/tama/items/24

 

stella della senna copia

Pagina 1 di 58

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.